100

Distretto Culturale della «Provincia di Cremona»

Progetto speciale

Azione di marketing territoriale cofinanziata da «Fondazione Cariplo» e «Provincia di Cremona». 25 enti partner uniti nell’intento di valorizzare il patrimonio culturale in una logica di sviluppo economico, attraverso gli elementi, centrali per Cremona, della musica e della liuteria.
A supporto delle attività del Distretto Culturale della provincia di Cremona, è stato realizzato un complesso progetto di comunicazione integrata: dalla progettazione del marchio alla redazione del manuale di corporate costruito con modalità condivise, coinvolgendo i referenti, decisionali e operativi di ciascun ente distrettuale, in attività di team building e workshop.

CAP. 1 – IL MARCHIO

Fulcro della corporale identity è il marchio, concepito interpretando i valori distintivi del Distretto. La musica e l’artigianato artistico degli strumenti ad arco, che da Monteverdi a Stradivari hanno reso grande il nome di Cremona nel mondo, sono rappresentati dall’evocazione del ricciolo del violino le cui curve si moltiplicano come onde di propagazione del suono.

CAP. 2 – LA GERARCHIA DEI MARCHI

La gerarchia dei marchi definisce la dimensione visiva delle relazioni tra i partner distrettuali, e dei rapporti che intercorrono tra i singoli partner ed eventuali soggetti esterni al Distretto (per es. collaborazioni o sponsor).
Queste relazioni si traducono nella gestione di stemmi e marchi multipli che devono avere un ordine logico per non generare confusione.
La gerarchia distingue 3 livelli d’immagine:
1. identità visiva del Distretto culturale della provincia di Cremona, inserito nel più ampio progetto «Distretti Culturali» di Fondazione Cariplo;
2. marchi e stemmi dei singoli partner distrettuali;
3. immagine di eventi culturali attuati dai partner con il supporto di soggetti extra-distrettuali.

CAP. 3 – STRUMENTI OPERATIVI

Questa sezione del manuale fornisce le schede tecniche di riferimento per progettare e produrre gli strumenti di comunicazione. Essi sono suddivisi per macro-aree di applicazione: dall’immagine coordinata all’affissione, dai prodotti di promozione alle linee guida per la pubblicità tabellare su stampa ai visual per la comunicazione online.
Per identificare il genere di evento culturale promosso, viene stabilita una connotazione cromatica distintiva dei vari ambiti d’interesse.
Ogni strumento operativo trova collocazione all’interno dell’archivio digitale, allegato al manuale.

CAP. 4 – PUBBLICITÀ TABELLARE SUI MEZZI STAMPA

Le linee guida per la pubblicità tabellare sui mezzi a stampa sono una bussola efficace che consente ai partner distrettuali di orientarsi nella molteplicità dei formati editoriali. Si garantisce così omogeneità nella veicolazione dell’immagine distrettuale e chiarezza nella gestione dei contenuti informativi.

CAP. 5 – LINEE GUIDA PER IL VISUAL WEB

Nell’ultimo capitolo vengono definite le linee guida per pianificare e gestire la comunicazione online: riferimenti per aggiornare il sito del Distretto, per la creazione di newsletter e banner pubblicitari.